Ici: determinazione del valore venale

Ici: determinazione del valore venale

Nell’Ordinanza n. 29899 del 30 dicembre 2020 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte chiarisce che, in tema di Ici, è legittimo l’avviso di accertamento emanato sulla base di un Regolamento comunale che, in forza degli artt. 52 e 59 del Dlgs. n. 446/1997 e dell’art. 48 del Dlgs. n. 267/2000 (Tuell), abbia determinato periodicamente i valori delle aree edificabili per zone omogenee con riferimento al valore venale in comune commercio, trattandosi di atto che ha il fine di delimitare il potere di accertamento del Comune qualora l’imposta sia versata sulla base di un valore non inferiore a quello predeterminato.

Inoltre, pur non avendo natura imperativa, integra una fonte di presunzioni idonea a costituire, anche con portata retroattiva, un Indice di valutazione per l’Amministrazione ed il Giudice, con funzione analoga agli “Studi di settore”.


Related Articles

Entrate tributarie: ancora in aumento quelle degli Enti territoriali, +5,8%

Prosegue l’aumento (+5,8%) delle entrate tributarie degli Enti territoriali rispetto all’anno precedente. Nel periodo gennaio-agosto 2015 sono state pari a

Processo tributario: legittimità della motivazione per relationem ad un atto di parte

La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 9334 del 6 maggio 2015, afferma che nel processo civile, così come in

Controversie su restituzione canoni per installazione di mezzi pubblicitari: la giurisdizione è del Giudice tributario

Nella Sentenza n. 438 del 20 marzo 2017 del Tar Toscana, un’Associazione ed una Società presentano istanza di modifica delle

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.