Imu: soggettività passiva del Leasing finanziario

Imu: soggettività passiva del Leasing finanziario

Nella Sentenza n. 256 del 25 novembre 2020 della Ctp Ancona, la Commissione cerca di fare chiarezza sulla definizione di “durata del contratto” di locazione finanziaria ai fini Imu. In prima istanza, la Commissione chiarisce che le Tasi e Imu hanno presupposti assai differenti. La Tasi è una Tassa, e non un’Imposta, ed è diretta al finanziamento dei servizi pubblici resi dai Comuni e rivolti alla collettività, quali la manutenzione stradale, l’illuminazione pubblica.Dunque, la Tasi è dovuta da proprietari, possessori, ed anche da detentori di fabbricati, in altre parole da occupanti a qualunque titolo. Con la “Legge di stabilità per il 2016” (Legge n. 208/2015), il presupposto è divenuto il “(. . .) possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati e di aree edificabili, ad eccezione dei terreni agricoli e dell’abitazione principale”. Ancora, “(…). la Tasi è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo le unità immobiliari di cui al comma 669. In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria”. In sintesi, la ratio è quella per cui chiunque possieda, detenga o comunque occupi il fabbricato o l’area edificabile, in quanto utilizzatore dei servizi comunali erogati, è soggetto al pagamento della tassa. L’Imu è invece qualificata “imposta” proprio perché l’obbligazione tributaria prescinde dalla fruizione di servizi erogati dal Comune, per limitarsi, quale unico presupposto, al possesso di fabbricati ed aree fabbricabili. Dalla difformità della natura e dei presupposti delle due obbligazioni tributarie discende l’impossibilità di formulare interpretazioni analogiche fra i 2 istituti. Pertanto, in ipotesi di contratto di leasing, in deroga espressa alla disciplina generale, il locatario è soggetto all’imposta, essendo il contratto di leasing molto più prossimo alla compravendita che alla locazione semplice. Al venir meno del contratto di leasing la posizione dei contraenti originari è sottoposta nuovamente alla regola generale, è obbligato il proprietario-possessore, a prescindere dalla situazione di fatto. Infatti, con la caducazione del contratto di locazione finanziaria il proprietario rientra nel pieno dei suoi diritti-doveri, tra cui la soggezione al tributo Imu, anche nell’ipotesi di inadempimento contrattuale del conduttore, e nonostante il bene sia ancora nella materiale detenzione del conduttore stesso, sebbene senza titolo.


Related Articles

Affidamento servizi di riscossione e accertamento Tributi degli Enti Locali

Nella Sentenza n. 1693 dell’8 maggio 2020 del Tar Campania, i Giudici affermano che, per l’affidamento dei servizi di riscossione

Corte di Cassazione: presunzioni nel processo tributario

Con la Sentenza 24 ottobre 2014, n. 22638, la Corte di Cassazione è intervenuta sui requisiti di gravità, precisione e

Esternalizzazione recupero crediti e “PagoPA”: quali i vincoli per le Asl?

Il testo del quesito: “La nostra Asl gestisce il recupero coattivo dei crediti tramite agente incaricato della riscossione. Avrei la

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.